Ristorante Guido, 70 anni di buona cucina

L'esterno del Ristorante Guido di Miramare (Ph © Giorgio Salvatori)L'esterno del Ristorante Guido di Miramare (Ph © Giorgio Salvatori)

di Giorgio Salvatori

Gianluca e Gianpaolo Raschi, rispettivamente maitre e chef, hanno festeggiato i 70 anni del Ristorante GUIDO di Miramare con un evento in cui il clima, le persone, l’atmosfera e le immagini, oltre ai sapori, hanno detto molto di più di tante parole.

Giampaolo e Luca Raschi (Ph © Giorgio Salvatori)

Giampaolo e Luca Raschi (Ph © Giorgio Salvatori)

Una serata in cui sono stati riannodati i 70 anni d’attività del locale attraverso un video – realizzato con le foto ripescate dallo stesso Paolo nel garage della mamma – che ha ripercorso i ricordi, la storia, le emozioni delle tre generazioni succedutesi al timone. A partire dal 1946, quando il nonno decise di avviare un bar sulla spiaggia che offrisse qualcosa in più, inventando una tipologia di locale “per buongustai” quale precursore di quello che rappresenta oggi la cucina. Con la stessa tenacia e laboriosità con cui nonno Guido diede vita all’attività, mamma Tiziana prima e i due figli Luca e Paolo poi, hanno continuato a far vivere e a rinnovare i sapori del Ristorante GUIDO riuscendo in un’impresa che è da sempre un punto di riferimento della ristorazione locale e italiana.

Gli ospiti della serata – svoltasi venerdì 1 aprile – sono stati accolti da tre isole del gusto realizzate in onore alle tre generazioni che dal ’46 si sono susseguite nella conduzione e gestione del GUIDO.

E se al tavolo degli Anni ’50 – 60 – 70, quando era tutto nelle mani di Guido, tra uno spiedino e un pancotto si tornava ai tempi in cui la vita balneare coincideva con la socialità e ci si stupiva nell’ammirare l’eleganza delle donne avvolte da gonne a ruota e stretti corpini, al tavolo di mamma Tiziana si è viaggiato negli Anni Novanta, epoca delle copiose pirofile di spaghetti alle vongole e delle seppie alla marinara, riportando in auge le estati scandite da scatenati tornei di Calcio Balilla, tra toast e bibite ghiacciate, e dall’arrivo degli stranieri in adorazione per la Riviera Romagnola.

E, ancora, si è poi approdati all’isola di Luca e Paolo: agli anni di una località in fermento, pronta a rinnovarsi ma attenta a recuperare un rapporto con la tradizione e la cultura del passato. Agli anni in cui la cucina diventa più raffinata, con piatti più leggeri, immediati, genuini e al contempo eleganti. Con un menu che ha il fascino della memoria e del territorio riminese.

Tanti amici, colleghi e clienti hanno partecipato all’appuntamento – chef come Paolo Teverini, Alessandro Battazza, Vincenzo Camerucci, Riccardo Agostini, Silver Succi, Stefano Ciotti, Raffaele Liuzzi – accanto ad alcuni volti noti di Rimini. Tutti insieme per brindare ad un pezzo di storia che inorgoglisce la Riviera e l’Emilia Romagna dei gourmet.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/20/d614808665/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 399

Be the first to comment on "Ristorante Guido, 70 anni di buona cucina"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*