Essere mamme dopo aver combattuto il cancro

La Dottoressa Mariavita CiccaroneLa Dottoressa Mariavita Ciccarone

Per la prima volta in Italia, grazie alla sinergia tra l’Università “Sapienza” di Roma e l’Associazione Gemme Dormienti ONLUS, viene istituito un Corso di alta specializzazione rivolto a medici specialisti di varie discipline, che affronta i temi della fertilità in pazienti oncologiche. Il Corso, 60 ore totali di cui 48 di attività pratica, sarà svolto in tre sessioni di tre giorni (aprile, giugno e settembre) e le lezioni si terranno a Roma nelle aule dell’Istituto S. Emilia da Vialar, in Via Paolo III, n. 16. Il Corso di Alta Formazione in Oncofertilità nasce dalla consapevolezza che i nuovi traguardi della medicina consentono in molti casi la guarigione dal cancro: i pazienti guariti desiderano tornare alla normalità, anche se parzialmente invalidati dagli effetti collaterali delle terapie. Una delle conseguenze più dolorose è l’infertilità. Oggi, nei Paesi Occidentali, solo il 4% dei malati oncologici è a conoscenza della possibilità di preservare la fertilità prima di iniziare i trattamenti e senza influenzarne l’efficacia. Questa percentuale si abbassa ulteriormente per le malattie croniche invalidanti. I medici hanno un ruolo fondamentale nella diffusione di questo messaggio, informando i pazienti dettagliatamente su tutte le tecniche di preservazione della fertilità, compreso quelle ritenute fino ad oggi sperimentali. La conoscenza delle tematiche legate alla fertilità offre alle pazienti una motivazione nuova, durante il difficile percorso delle cure oncologiche, “una luce oltre il tunnel della malattia”, come ha scritto una paziente. L’obiettivo del Corso, sotto la direzione del Professor Paolo Marchetti e della Dottoressa Mariapia Ciccarone (Specialista in Ginecologia dell’Ospedale San Carlo di Nancy, GVM Roma), è consentire ai medici specialisti in discipline diverse di approfondire lo studio della preservazione della fertilità in pazienti affetti da patologie oncologiche e onco-ematologiche o da malattie croniche invalidanti. Gli operatori che avranno seguito il Corso di Alta Formazione in Oncofertilità potranno acquisire le competenze necessarie a garantire una presa in cura globale del paziente, oltre la mera cura della patologia, a tutela della qualità della vita dopo la guarigione. Per essere ammessi al Corso è richiesta la Laurea in medicina e una delle seguenti specializzazioni: Ginecologia (medici interessati alla Fertilità ed all’Oncologia Ginecologica); Oncologia (medici sia degli adulti che dell’età pediatrica); Onco-ematologia (sia degli adulti che dell’età pediatrica) e Chirurgia generale (oncologica, senologia). Altre specialità ammesse: Pediatria, Endocrinologia, Reumatologia, Anatomia-patologica, Scienze dell’alimentazione, Psichiatria, Radiologia/Radioterapia, Gastroenterologia, Farmacologia, Fisica sanitaria, Biologia laboratoristica, Medicina legale, Igiene ed Epidemiologia. Il Corso avrà la durata di un anno accademico, organizzato in tre moduli e fornirà crediti formativi universitari ed ECM. Per informazioni è possibile contattare la Segreteria: 06 66463386, 338 6063210; e.mail: info@gemmedormienti.it

Be the first to comment on "Essere mamme dopo aver combattuto il cancro"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*