fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
Rosalba Corti, la cassiera-scrittrice che legge nel cuore delle donne
Lunedì, Settembre 22, 2014
   
Carattere
Banner

Rosalba Corti, la cassiera-scrittrice che legge nel cuore delle donne

“Nata a Milano nel 1964. L’infanzia in Valtellina. Da 25 anni risiedo a Rimini. Sposata ho un figlio adolescente”. Tutte d’un fiato. Le prime parole di presentazione Rosalba Corti (nella foto), addetta alle info e cassiera part-time del Leclerc-Conad, le scaraventa attraverso il telefono con la stessa forza delle sue emozioni da scrittrice già sotto i riflettori Rai. “Gli scontrini rappresentano gli appunti migliori, le conversazioni con le colleghe hanno fatto da robusto telaio al libro “Siate la tempesta” (Edizioni Ponte Vecchio Cesena) che io reputo prodotto sincero dell’esperienza di donna a 360 gradi, capriccio atmosferico da sempre”. Sgorgato dall’autentica centrifuga caratteriale, lo scritto è andato a ruba “per il linguaggio schietto e sincero, riannodato capitolo dopo capitolo”. Ma la grande passione di Rosalba è la musica. “Considero Gaber, De Andrè, Battiato, Zero  veri maestri. Brani quali Canzone dell'appartenenza, La Cura, Il coraggio delle idee,  Anime salve hanno tracciato il senso della mia vita”. Da qui il portare su carta le sensazioni che questa musica è riuscita a trasmetterle, ovvero il perno attorno al quale ruota il nuovo volume (Edizioni Pendragon) dal titolo “Le donne l'han sempre saputo”. Tra i punti di riferimento della nostra Letteratura, Rosalba dedica un posto d’onore ad Alda Merini. “Ha illuminato la mia esistenza come fosse una cometa. Grazie a lei sono qualcos'altro. Avrei potuto scrivere il diario della cassiera-casalinga complicata, ironica e bizzarra ed evitare di morire inondata dal vapore del ferro da stiro e dai bip dello scanner. Invece ho deciso di liberarmi dai sensi di colpa e sapendo del contenzioso aperto coi miei sogni ho cercato di sintonizzarmi con la musica che ho dentro e coi sotterranei dell’anima per cercare di fare l'impossibile; per essere quella che voglio essere non avendo vocazione all'infelicità”. Entrambi i libri brillano della prefazione firmata da Alessandro Meluzzi, personaggio tv molto conosciuto, psichiatra-psicoterapeuta d’origine napoletana. “La condizione di scrittrice - chiosa Meluzzi - rappresenta un orizzonte umano, prima ancora che culturale. L’arte dello scrivere è legata a un’attitudine che difficilmente può essere appresa, se non attinge a una cifra profonda dell’anima e dell’inconscio. Scrivere non è soltanto de - scrivere o narrare. Bensì utilizzare la parola come un delicato e alchemico armamentario di altissimo e materico artigianato”. Se questo vi pare poco… allora girate pagina e chiudete gli occhi!

ARTICOLO PUBBLICATO SUL NUMERO DI GIUGNO DEL MENSILE RIMINI DONNA

QuiTG Economia

Sondaggio

Rimini è ancora la Capitale europea del Turismo?

Iscriviti alla nostra mailing list




Banner
Banner

 

 

CSS Valido!

bnr_trib

Direttore Resposabile Marco Valeriani

Credits-Webmaster

SiteMap