fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
Cinema, Paolo Pagliarani presenta HARRY POTTER/2
Mercoledì, Settembre 24, 2014
   
Carattere
Banner

Cinema, Paolo Pagliarani presenta HARRY POTTER/2

Congedo con il sapore della fine della scuola. O anche aria di “fine campeggio”… La generazione “HP” saluta il suo beniamino e compagnia e guarda ansiosamente ad internet, dato che “mamma” Rowlings ha promesso novità “potteriane” sul web. Cresciuti al cinema nell’arco di dieci anni (ma coi libri avevano iniziato quattro anni prima) con Harry, Ron ed Hermione, gli “ex ragazzi” di Harry Potter abbandonano Hogwarts con questo ultimo film, “Harry Potter e i doni della morte parte 2”, quarta regia per David Yates che si è accollato l’onere degli ultimi quattro film.

Scontro finale, proprio tra le mura di Hogwarts, mescolato a baci, rivelazioni, atti eroici (la riscossa definitiva di Neville…), personaggi che escono dolorosamente di scena, duelli (un paio, sintetici quanto basta, da applausi, ovvero McGrannit vs. Voldemort e mamma Weasley vs. Bellatrix) e la “tenzone” più attesa, quella tra Harry e la sua “innominabile” nemesi.

Atmosfere dense e coinvolgenti, da guerra, con studenti che corrono per evitare i colpi letali dell’esercito di Voldemort, i dissennatori che svolazzano minacciosi, il campo di Quidditch tristemente distrutto dalla furia delle forze malvagie e molto di più per la soluzione finale, con tanto di fedele epilogo.

Accanto al cast classico (con le ultime grandezze recitative di Ralph Fiennes e Alan Rickman che quasi rubano la scena al trio Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint ed il ritorno più corposo di Maggie Smith che nella prima parte dei “doni della morte” era assente, anche per motivi di salute) c’è ancora spazio per qualche “new entry” come Ciaran Hinds nei panni di Aberforth, il fratello di Albus Silente, ma ormai davvero i giochi sono fatti ed i tre fortunati protagonisti (mai e poi mai avrebbero pensato di venir trascinati in un simil evento globale e di arrivare fino alla fine del ciclo) sono già impegnati in nuove “avventure” professionali (Radcliffe è per esempio di questi tempi “on stage” a Broadway impegnato in un musical), ma con il cuore eternamente riconoscente ad Harry Potter ed al suo mondo, un mondo che per dieci anni esatti ci ha fatto sognare, divertire, commuovere, ha riportato tanti ragazzi al piacere della lettura e del cinema e ci ha fatto sentire un po’ “maghi”, grazie allo stupore, inimitabile, di una crescita in consapevolezza e carattere di tre adolescenti diventati grandi in modo straordinario. Con e senza bacchette…

QuiTG Economia

Sondaggio

Rimini è ancora la Capitale europea del Turismo?

Iscriviti alla nostra mailing list




Banner
Banner

 

 

CSS Valido!

bnr_trib

Direttore Resposabile Marco Valeriani

Credits-Webmaster

SiteMap